domenica 30 aprile 2017

Tracciata prima mappa del web oscuro: darkweb

Tracciata la prima mappa del web oscuro, quello che la maggior parte di noi non conosce nemmeno l'esistenza ma che nei meandri più segreti esiste ed è il vero supporto del web che sappiamo. 


La prima mappa del web oscuro, darweb, è stata tracciata in maniera se vogliamo anche inaspettatamente da un gruppo di riceca coordinato dal Carlo Ratti direttore del Senseable City Lab all'Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit):

Tracciata prima mappa del web oscuro: darkweb
Tracciata prima mappa del web oscuro: darkweb
Da quanto è emerso da questa ricerca, pare che sia del tutto improprio dare la definizione di darkweb ad una rete che in realtà è formata da siti veri e propri ma con una connessione di molto inferiore a quella del web cosi come lo conosciamo!
I risultati della ricerca sono stati pubblicati online su arXiv in cui si è potuto capire che la maggior parte del world wide web è nascosto, invisibile come se non esistesse ma che in realtà è addirittura 500 volte maggiore di quello che noi vediamo!

Deep web
Deep web
Stiamo parlando di siti e contenuti che vivono sotto la "superficie" a cui si può accedere tramite i motori di ricerca i quali rappresetanto il veicolo per approdare al cosidetto "deep web":
Il "deeep web" è formato da contenuti di ogni genere, dalle reti aziendali alle pagine Facebook, che per un motivo od un altro non possono essere visualizzati liberamente ma che rappresetano la vera struttura portante ed invisibile della rete.
Fonte: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento